Watamote – Watashi ga Motenai no wa dō Kangaetemo Omaera ga Warui!

Titolo Originale :
Watashi ga Motenai no wa dō Kangaetemo Omaera ga Warui!
Anno di Rilascio :
2013
Casa di Produzione :
Silver Link
Numero di Episodi :
12
Durata :
25 ca.
Disponibilità Italiana :
No
Genere :
7/10
7/10
6/10
7/10

Watashi ga Motenai no wa dō Kangaetemo Omaera ga Warui!, per gli amici WATAMOTE !

Tomoko è una ragazzina introversa, taciturna, chiusa e pazza come un cavallo! La sua vita stà per cambiare completamente perché a breve inizierà la sua carriera da liceale nella quale vuole essere famosa, corteggiata dai ragazzi e popolare. Per farlo Tomoko si allena duramente tutti i giorni passando ore davanti ai giochi d’appuntamento ed eroge, conquistando più ragazzi possibili e affrontando qualsiasi situazione possa mai capitarle. Non per niente lei era già popolarissima alle medie ed aveva parlato con i ragazzi per ben quattro volte in varie circostanze. E’ preparata, pronta ed agguerrita… e poi “Non importa cosa possa pensare lei, se non è popolare è solo colpa vostra”!

 

Quanto è difficile essere popolari…

Watamote è una commedia, a tratti demenziale, ma che nasconde l’analisi di una situazione di disagio purtroppo comune a molte persone che devono raffrontarsi con gli altri. Voler comunicare, diventare amici, approcciarsi al prossimo sono elementi semplici da realizzare per chi è di carattere aperto e gioviale, ma ritrovarsi dall’altra parte, nel lato oscuro della personalità, dove anche chiedere ad un commerciante un prodotto, salutare un amico o parlare al telefono comportano attacchi di panico ed ansia senza controllo, ecco, in questo caso estremo anche la normale vita studentesca può innescare situazioni assurde e disagio senza limiti.

Tomoki è estrema sotto questo punto di vista, lei riesce esclusivamente a parlare con il fratello Tomoko e i genitori, il resto del mondo è invece una barriera dettata dal suo carattere insicuro e da tutte le situazioni che, nel suo cervello, continua ad immaginare.

Questa serie quindi vi farà ridere, e parecchio, grazie a situazioni davvero estreme e a frasi assolutamente fuori controllo che Tomoki ogni tanto dirà pensando che sia la scelta migliore per diventare popolare ma, a volte, vi farà pure un po’ di tristezza e rabbia assieme ripensando a quante volte anche noi stessi avremmo voluto dire o fare qualcosa di diverso nel corso della nostra vita e magari non ne siamo stati capaci, per timidezza forse, per codardia anche.

 

Non importa cosa io possa pensare, se non sono popolare è solo colpa vostra!

Watamote è una serie nuova, uscita in giappone nel settembre 2013 e lo si vede notando l’estrema pulizia dei disegni ormai marchio di fabbrica di tutte le opere arrivate dal sol levante. I disegni sono semplici e, a parte qualche rara situazione o citazione dove la caratterizzazione di personaggi e ambienti viene estremizzata per diventare simile alla fonte, non si notano picchi artistici di alcun tipo. La caratterizzazione dei personaggi principali, che a conti fatti sono 5 o 6, è sempre buona mettendo in risalto pregi e, soprattutto, difetti caratteriali molto diversificati tra loro. Che poi piacciano o meno è sempre a gusto puramente personale, io sono letteralmente impazzito per Tomoko! Anche le animazioni rientrano negli standard di serie senza alti budget di finanziamento, a sopperire però ci sono le migliaia di espressioni estreme della protagonista che vi faranno rotolare dalle risate a volte.

Il reparto audio invece è abbastanza anonimo, ci sono alcune musiche di accompagnamento delle puntate e le solite tracce ambientali tipiche delle stagioni giapponesi con cicale estive a farla da padrone. Ad elevare un po’ il voto ci pensano invece una opening assolutamente fuori di testa per la tipologia della serie e una ending a dir poco splendida che spiega lo stato d’animo di Tomoko meglio di mille parole! Consigliatissime da vedere, sia che vogliate spendere il vostro tempo con Watamote sia solo per ascoltare qualcosa di diverso e originale.

Commento Finale :

Watamote è una serie divertente, spassosa, unica forse nel suo genere ma che può anche far riflettere e far pensare a come ci raffrontiamo con le persone e le situazioni che ci si presentano attorno. Riconsiglio vivamente la visione di opening e ending della serie, da sole valgono almeno metà del voto!
Autore dell'Articolo :

avatar

Andrea


Pubblicato: 6/11/2013 alle 12:18

Leave a Reply


*